giovedì 9 dicembre 2010

Amo Londra


Amo Londra perchè per l'ennesima volta, nonostante la leggenda voglia che sia la città della pioggia, ed i tiggì strillassero da giorni di temperature polari e bufere di neve, mi ha accolto con una bellissima giornata di sole e cielo turchino.

Amo la campagna verdissima che da Stansted ti porta in città, e ci sono i cavalli al pascolo. Oh, i cavalli con la copertina al pascolo, e ci sono tante casette sul fiume, ognuna delle quali ha ormeggiato davanti al cancellino d'ingresso un piccolo motoscafo, come quelli che han l'utilitaria davanti casa.

Amo Londra quando ti accoglie con il suo caos, i profumi, le puzze, le voci, gli strilli (no ma quelli son gli italiani, ho sbagliato), la gente che si travolge a vicenda camminando a 300 all'ora e poi è tutto un profondersi in "SorrySorry". La amo perchè anch'io cammino a 300 all'ora, ma solo lì.

Amo il rito magico di ritirare al bancomat le sterline appena arrivata, e ricaricare la Oyester, che l'ultima volta avevi avanzato pochi spiccioli. E amo le sterline, chiaro. Così belle e pazze, diverse dal banale euro, senza nessuna corrispondenza tra taglio e valore.

Amo Covent Garden, ma soprattutto amo le viuzze intorno a Covent Garden, dove ho visto le meglio scarpe del mondo, e anche se non amo tanto Tower Street, tenete presente che ci ho lasciato 40£, dacché lì si trova The Bead Shop.



Amo Londra perchè c'è sempre qualcosa di nuovo in giro, tipo che (oddio passatemi il "tipo che", anche se non ho 13 anni e ritengo di conoscere abbastanza l'italiano da sapere che "tipo che" NON-SI-DICE) non te ne rendi conto subito, ma tutto quel casino a Leicester Square non è perchè siam sotto Natale, ma perchè c'è la prima di Tron, con attori, red carpet, giornalisti, megaschermo e tutto (film che peraltro io non vedrei nemmeno sotto tortura). O che tutta quella gente che stava in fila alle 8 di sera, ed è ancora in fila a mezzanotte (e la fila nel frattempo è diventata di millemila chilometri), nonostante il gelo, non sta aspettando di entrare, chessò, da McDonald's, ma sta aspettando di poter acquistare il nuovo "episodio" di World of Warcraft.

Amo lo Strand, da cartolina, lo so, con tutti quei taxi e autobus che sfilano in continuazione, un po' meno da cartolina l'essermici ritrovata quasi in mutande, alle 8 di mattina, con una temperatura decisamente sotto lo zero, perchè nell'hotel è scattato l'allarme antincendio e quindi tutti fuori, così come si era. E per ogni uscita di sicurezza un addetto dell'albergo che con pettorina gialla e un bel sorriso diceva: "Buongiorno, andate dall'altro lato della strada per favore." E poi, sempre col sorriso: "This is not an exercice.". Ottimo!

Amo Camden High Street, ed i negozi che hanno le Gola (uno sì e l'altro pure), Camden Market, e gli strani personaggi che lo popolano, e lo so che sto elencando solo posti da turista, ma che ci volete fare. Amo i venditori di cibo cinese, thailandese, vietnamita etc che cercano di rifilarti assaggi dei loro piatti (che peraltro io continuo a mangiare, prima o poi salterà fuori che quel pollo così buono e tenero, fosse in realtà gatto). E amo il baracchino di un metro per due, dove puoi finalmente bere un caffé caffé. Amo anche le stradine squallide, lì intorno, dove ti rendi conto che la gente a Londra ci vive anche, ci sono persino i distributori di benzina, fa te. E poi più su, Kentish Town.

Amo la metropolitana, la amo. Banale no? Però se non ci fosse, probabilmente me ne andrei in giro come una babbea cercando di capire come cacchio si prendano gli autobus, sì perchè io gli autobus non li so prendere, va bene? E amo anche la pubblicità nella metropolitana.

Amo i cinema di Leicester Square, e ho amato London Boulevard (ammazza quant'è caro il cinema a Londra, però!). Bellissima, bravissima, magrissima Keira, triplo salto degli ormoni per Colin Farrell (per quei capelli castani spruzzati di grigio, per jeans, t-shirt bianca e giubbotto di pelle, per l'abito elegante sulla Rolls, per la felpa grigia col cappuccio...va beh, triplo salto degli ormoni. Punto.). E che bella la colonna sonora!

Amo Londra per i millemila sushi bar, e ristoranti giapponesi: ho mangiato chili e chili di sushi (annoverato insieme a pudding, fish and chips, porridge, haggis eccetera tra i piatti della tradizione britannica) e ho realizzato che l'inglese degli orientali io proprio non lo capisco.

Amo Oxford Street ed il fatto che, nonostante sia la celebratissima "via dello shopping londinese", ci siano sì e no una decina di negozi validi (escluse le repliche). Cosa che peraltro non mi impedisce di smazzarmi ogni volta il filotto Oxford Street, New Oxford Street, con tanto di traverse come Bond Street e Regents Street e di spenderci anche un pacco di soldi.

Amo Selfridges, meglio di Harrod's, dove anche questa volta non son proprio riuscita a dire di no alle signorine che ti voglion truccare (ma stavolta son riuscita a non comprare nulla, yeah! Per la mia filosofia, un rossetto solo equivale a nulla...)

Amo Carnaby Street, anche se lo so, lo so, è più nome che sostanza, ma che bellina con il sistema solare appeso in cima.

E amo che da Carnaby Street si arrivi a Kingly Court, un angolino delizioso che forse non avrei mai notato, se non fossi andata alla ricerca di All the Fun of the Fair, e di Buffy's Beads.

Amo la Tate Modern, amo i muri con le scritte della Tate Modern, amo il negozio di libri della Tate Modern, e la Sala delle Turbine, e gli espositori con le cartoline schizzate e/o scritte dai visitatori, e la sezione Poetry and Dream, che sarebbe tanto piaciuta ad una piccola iena di mia conoscenza, e amo il realismo di Meredith Frempton.

Amo il Waterloo Bridge e camminare in mezzo alla nebbia, con il Tower Bridge in lontananza, la Tate Modern alle spalle e St. Paul's dritto davanti a te.

Amo Londra, perchè è sempre un ottimo posto dove comprare musica, nei megastore, ma soprattutto nei negozi dell'usato e nei negozietti di Berwick Street, ed è anche un ottimo posto per comprare quadernetti e agendine per l'anno successivo.

Amo Londra perchè ha fatto sì che il Mr Scrooge che è in me si sia fatto prendere dallo spirito del Natale tanto da fare quasi solo foto alle decorazioni natalizie.

Ma soprattutto, amo Londra perchè mi fa stare bene. Sempre.

(mica avete letto fin qui, no eh? Presto un post dedicato agli acquisti craft.)

15 commenti:

Uapa ha detto...

Sai una cosa?
Mi hai tolto le parole di bocca!
Non vedo l'ora di tornarci... Ormai manca pochissimo *.*

ConnyBijoux ha detto...

Anch'io adoro Londra anche se non ci sono mai stata personalmente!!

AbcHobby.it ha detto...

accipicchia, ci hai fatto fare un bellissimo tour!!!!
e certo che ho letto tutto!!! tutto d'un fiato!!!
adesso aspetto il post sugli acquisti craft, mi sto già leccando i baffi!!!

bacioni eli

kilara ha detto...

Mi hai fatto venire voglia di andarci con le tue descrizzioni favolose!Adesso sono curiosissima di vedere gli acquisti!

ciami ha detto...

letto tutto! E ora vado a prenotare il biglietto!!! :)

Aspetto con ansia la parte acquisti!
Baci amica!

Rosa ha detto...

Letto fin qui! E condivido in pieno!
Ci sono stata quest'estate e ci sarei rimasta per sempre!

sbrenzola ha detto...

non sono mai stata a Londra, ma leggendo tuttooooooo
e come se ci fossi stata anche io
grazieeeeeeeeeeeeeee

Magike Mani ha detto...

Letto tutto... scrivi in modo fantastico...è come se ci fossi stata;)
ciao Grazia

Lilly ha detto...

mi hai fatto quasi piangere a rileggere questo post..a me che ci ho vissuto, ha toccato proprio il cuore caspita. tutti quei luoghi che hai nominato mi sono saltellati nella mente come boomerang e quanto è vero quello che hai scritto!io mi ci perdevo delle ore in certi vicoli e poi sì, signori e signore, londra è una città dove si vive e dove la frenesia in metropolitana nelle ore di punta ti fa venire quasi il capogiro :) ...e chi si ferma è perduto(schiacciato)!

Tibisay ha detto...

Certo che si, invece... a Londra non ci sono mai stata ma spero di andarci!!!

Artigianando ha detto...

Bellissimo post!
Ho qui per te un sacchetto da parte di Alessia e Barbara ;-)
Luca

Alessia ha detto...

E certo che abbiamo letto tutto.. e come facevamo a fermerci? le foto bellissime, le tue parole altrettanto... sembrava quasi di stare lì, ma invece no... sono nella ma cucina e posso solo sognare... e sono felice che questa volta gliel'abbiamo fatta!!!!
Alessia

Maria ha detto...

Eh sì che abbiamo letto, sei così coinvolgente. Poi, vabbè, c'ho la lacrimuccia appesa pure io, come Lilly.
Unico appunto Vale: devi prendere l'autobus! E' favoloso, ti porta dove non puoi andare in tube e, soprattutto, seduta da lassù hai modo di farti dei giri pazzeschi. Io dopo 7 mesi continuo ancora a fare: oh! e ah! ad ogni cosa nuova (e non) che vedo e mi tocca il cuore.
Un abbraccio!

liana ha detto...

Ciao, sono Liana e sono passata nel tuo blog...saltando di qua e di là. Io a Londra sono stata l'anno scorso ma a febbraio. E devo dire che le tue foto a tema natalizio, mi hanno fatto venire nostalgia. Mi piacerebbe seguirti e così ora vado a "linkarmi" tra i tuoi affezionati. Se vuoi passare a trovarmi mi trovi su restauroerestyling.blogspot.com.
Ciao

CriCri ha detto...

Ciao Val.. che belle foto e che bella descrizione!!
Londra è una delle città che vorrei visitare!!
Allora quando con il maritino decidiamo di partire passo a chiederti consigli.. soprattutto su negozi craft che solo noi blogghine possiamo andare a cercare in ogni dove!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...