mercoledì 17 novembre 2010

Piccoli Tesori

Sono quelli che capita a volte di ritrovare in fondo ad un cassetto, o in una scatola. Dimenticati, ma non buttati, perchè non si sa mai.
E infatti.
Prendi un brutto braccialino (che per inciso hai indossato un sacco quando eri più gggiovane) e renditi conto che quelle perline da un lato piatte e da un lato bombate, con due forellini, non son tanto male, e magari ci potresti tirar fuori, chessò, un paio di orecchini.
E infatti.
Aggiungi qualche filo disordinato di ottone appena scurito e due amate sfaccettatine verdi ed ecco fatto.

M'è anche venuto in mente che le suddette perline mi erano state spacciate per pietre dure. In effetti plastica non è, vetro non sembra proprio. Idee?

8 commenti:

Tibisay ha detto...

Beeeeeeeeeelli!!! Legno? Magari ebano...

Val_ ha detto...

mmmh....non penso, sono pesantine. E sono fredde! Mistero...

Magike Mani ha detto...

Che saranno??? Mah...e vabbè sono talmente carini:D
ciao Grazia

Uapa ha detto...

Forse una specie di onice nero? Mannaggia, mi piacerebbe saper riconoscere le pietre :-)
Comunque gli orecchini sono bellissimi ^^

ha detto...

molto belli! magari onice? vorrei capirci qualcosa di pietre uff

Perline e bottoni ha detto...

Quanto adoro anche io riutilizzare e dare nuova vita in una metamorfosi creativa! Il risultato del tuo riutilizzo è bellissimo.

Love Potion Design ha detto...

Belli! Mi piace lo stile della tua "wrappata"! Ipotesi: potrebbero essere semi di piante? Lo so, è strano, ma conosco creativi che li utilizzano per i bijoux.
Baci.
Anto.

VerdeSalvia delle colline di Firenze ha detto...

Qualsiasi cosa sia, gli orecchini ti son venuti 'na favola!
Salvia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...