lunedì 28 settembre 2009

Shopping a Maglia

Da quando si è aperta la stagione della maglia, in realtà ho combinato ben poco...
La lana c'è, le idee più o meno, ma prima di mettermici seriamente ho pensato fosse il caso di sbarazzarmi di qualche UFO (Un-Finished Object), come dicono quelle brave.
Il mio UFO più ingombrante ed imbarazzante era un abbozzo di borsa, fatta e rifatta con lanacce bruttebrutte avanzate e raccattate qua e la.
La borsa è a grana di riso doppia, il davanti e il dietro sono fatti con due fili doppiati, nero e viola, mentre i lati sono solo viola.
All'interno ho cucito una fodera in tela di lino, anche questo un avanzo, mentre i manici sono un riciclo, vengono da una borsa di vernice che dopo avermi servito egregiamente lo scorso inverno, ha tirato le cuoia.

Ed eccola. Qui in versione domestica:


E qui bucolica:


Finita l'ho finita, poi se la porterò o meno questo è un altro discorso.

Si ringrazia per la gentile collaborazione il Signor Fico, da intendersi qui come vegetale.

7 commenti:

Sara Pacciarella ha detto...

Mi scusi lei, perchè non dovrebbe indossare questa borsa? E' bellizzzzzzzzzzima!
Mi saluti il fico :-)
Mua,
Sara.

Helena ha detto...

..e questa bella borsa mi vuoi dire che è fatta con lana brutta brutta?!?..beh, allora l'hai resa bella bella!!..l'abbinamento nero-viola è un po' dark per i miei gusti, ma è veramente bella, sapessi farle così anch'io!!..ma sto cercando di imparare..ho un UFO di maglia anch'io lì che mi aspetta ma che continuo a rilento!!..bello il fico, soprattutto così la borsa rispetta i colori verde-viola del blog!!ciao ciao!..al prossimo ufo!

Rosalba ha detto...

caspita, mi piace tantissimo.

Ros

Val_ ha detto...

Sara poi la indosserò sicuro, ma non mi convince del tutto... beh, comunque adesso sono ancora nella fase "borse estive", quindi...
Il fico contraccambia!

Helena, sìsì, la lana non è un granchè, non l'avrei mai usata per far qualcosa da mettermi addosso, però per una borsa, accessorio che io maltratto, va più che bene. Guarda, ti assicuro che da fare è semplicissima, la menata è mettere insieme i pezzi e fare la fodera, ma lo sferruzzo qui è davvero basilare.

Rosalba, grazie...detto da una sferruzzatrice (e non solo) come te!

Buona giornata,
Valeria

Pulcinsky - my jewelry box ha detto...

Come mi piacerebbe ricominciare a lavorare a maglia, é dai tempi delle elementari che ho abbandonato, ma mi sa mi sa che quest´inverno mi ritornerá la fantasia. Io trovo la borsa bellissima, forse se cosi non ti convince potresti mettegli qualche bel button, spille, spilline, stickers...io l´ho fatto con una giacca di velluto nera, che mi aveva un po stancato (pur amando il nero) e non me ne sono pentita per niente!
Baci

Marga

Alessia ha detto...

Invece è bella questa borsa, essenziale, grande... Mi piace! Dai dai che vogliamo vedere tanti UFO che volano qui e lì per la pianura...
Baci,
Alessia

Val_ ha detto...

Marga,
hai ragione, non ci avevo pensato!
Potrei farmi un bel fiorellone di feltro, o un charm colorato... Ora vedrò, ma prima la devo rodare, indossare qualche volta per capire cosa mi manca.

Ale,
ecco, uno degli aspetti positivi è la misura! Io adoro le borse giga, il mio problema è che più spazio ho, più riempio. E riempio di cose rigorosamente, assolutamente inutili!
Non ho altri UFOs clamorosi per ora, diciamo qualche abbozzo, che prima o poi riprenderò in mano. Ma sferruzzo eh, oh se sferruzzo!
:)

Buona giornata,
Valeria

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...