venerdì 15 aprile 2011

Tulipani, Canali e Biciclette

See, vabbè, grazie.... tutto qua?


No, direi di no. Amsterdam non è solo tulipani, canali e biciclette. Ma è di questo che parlerò io. Perchè Amsterdam è anche questo, davvero, non solo sulle guide.

I tulipani, per dire, ci sono eh, a mazzi...come dire. Fioristi, fiorai, venditori di bulbi, allegre sciure con mazzetti, ragazze con il cartoccetto di fiori del mercato...

...quello che non vi dicono è che ad Amsterdam ci sono anche taaanti narcisi.

E non solo nelle aiuole, piantati con cura da giardinieri dilettanti o professionisti, ma anche anche in campagna, a bordo della strada. Robe che qua da noi va bene se trovi un papavero scampato, ma il più delle volte son solo erbacce.


Canali, anche quelli ci sono, è indiscutibile. E son pieni di gente. Mi manca il loro aspetto settimanale, senza la frenesia del week end, ma mi s'è fissata questa immagine dei ragazzi che vanno a scuola con il barchino...che poi sarà una mia invenzione, ma al sabato pomeriggio i canali pullulavano di gente, barchini, barchette e barconi che nemmeno la Rinascente a Natale.


Barchini di famigliole in modalità pic nic, con tavolino e tutto. E le grigliate in barchetta? Ne vogliamo parlare? Birra, carnazza, fumo... grigliata, appunto, ma in barchetta. O per i più snob, l'ape (si legga aperitivo) in barchetta, con micro borsine pailettate, minigonna e top in chiffon...vorrai mica mettere.


E le rive dei canali sono altrettanto affollate. Famiglie, coppiette, gruppi di ragazzi stravaccati a terra, a godersi il sole al tramonto e vedere i barchini passare. E i più fortunati, quelli che vivono affaciati ai canali, ricreano una succursale del salotto davanti casa, sugli scalini magari, un bicchiere di vino e chiacchiere al tramonto.

Per non parlare di quelli che...beh...loro sull'acqua ci vivono proprio. Eddai, chi non ha mai sognato di vivere su una casetta galleggiante....?

Io, per esempio.

Però ecco, l'idea di andare a prendere un caffè nella casa barchetta di qualcun altro non mi dispiace.

Biciclette. Accipicchia.... che impressione vedere le piste ciclabili tagliare a mezzo corsie con auto, pullman, tram.... Mica tanto per le piste ciclabili eh, più che altro perchè sopra c'erano frotte di ciclisti.

Bello però, sarà che da quando m'han ricostruito il ponticello sul Po mi sento molto ciclista pure io, che vado a lavoro in bici, però mi piace un sacco questa cosa della gente che si sposta in bici.


Signori ministrodell'ambiente, ministrodellasanità, ministrodelprogresso, ministrodelfuturo, ministrodellagentefurba, mi vien da suggerirvi una pubblicità progresso: cartellone 6x3 in cui vengono comparate le gambe di una sciura media italiana con quella di una sciura media olandese. Voglio vedere se poi non schiodiamo il culo dalla macchina pure noi, quando si può.

Che poi son cattivi! Oh come mi piace la guida rabbiosa, anche in bici... Le bici ad Amsterdam hanno la precedenza. Punto. Sempre, comunque, dovunque... Va beh, per dire, no? I semafori per i ciclisti durano ben più a lungo di quelli per le auto, per non parlare di quelli per i pedoni! E guai a mettere un piede su una pista ciclabile...

Ah, le bici olandesi non hanno i frenifreni, ma i freni a pedale. Caldamente sconsigliati se siete tonti come me... E le bici olandesi hanno anche il rimorchio. Cioè...rimorchio, come dire? Carretto anteriore? Aehm...mi mancano i termini! Comunque, spesso ci si trasporta la spesa, ancora più spesso la prole. Giuro che su uno di questi cosi ci ho visto tre, e dico tre bambini comodamente assisi sulle panchette di cui il suddetto coso è firnito, et un cagnolino, che in tutto fa quattro. Non male.

E sempe in tema bici, ad Amsterdam ho visto una delle cose più fighe al mondo: la beer bike. Azz...quanto mi piacerebbe essere un uomo, a volte!


Ma Amsterdam non è solo tulipani, canali e biciclette.

Amsterdam è anche case alte e strette...


E pure storte! Alcune s'appoggiano a quelle a fianco, a volte invece pendono in avanti e sembra che ti stiano cascando addosso.

Amsterdam è anche tante piccole piazzette, meno famose ma più caratteristiche di Piazza Dam, che ad essere onesti non è che abbia un gran fascino.

Amsterdam é anche un po' odore di canna, ed Amsterdam è anche tanti tanti sexy shop. Mica son tutte leggende. ;)


Amsterdam è tantissimi negozi di arredamento di design.


E Amsterdam è anche tanto, tanto altro... ma la mia cartolina finisce qua.
Chissà, magari ci saranno altri racconti da lì...

10 commenti:

CriCri ha detto...

Ma che bella!!!
Ci hai fatto far un bellissimo giro turistico!!

Però che amarezza pensare che le nostre amministarzioni se ne fregano di farci vivere una vita comoda e bella come quella che vivono ad Amsterdam.. e pensare che le potenzialità ci sarebbe tutte..

quanta amarezza!

Tibisay ha detto...

Che bel viaggio!!!

Marilena ha detto...

Bellissimo reportage su Amsterdam, fantastiche foto e riflessioni , e w la piste ciclabili.
Ciao Marilena

le Fate del feltro ha detto...

Che bel tour!!! GRAZIE MILLE!!

Magike Mani ha detto...

hai mai pensato di metterti a scrivere guide turistiche?
sei troppo brava
ciao Grazia

Vanesia ha detto...

Bellissimi scatti! Grazie per il viggio virtuale: piacevolissimo :)

airali ha detto...

bellissimo viaggio! belle foto e realisticamente divertente il racconto :)

superki:) ha detto...

uaaa quasi quasi adesso prendo un aereo e parto!!:)
bellissimo questo posto, divertente e interessante, grazie!!:)

un saluto,
Chiara:)

superki:) ha detto...

intendevo post non posto!!xD

FascinationStreet ha detto...

miticaaa! sempre troppo beli i tuoi post post-viaggio^_^
ciaoo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...