venerdì 9 luglio 2010

Irlanda in Musica e Gioielli Celtici

Parte questo week end a Bobbio la tredicesima edizione della rassegna Irlanda in Musica, une delle feste più belle dell'estate piacentina.
La manifestazione quest'anno si articolerà in due week end: 9 -10 e 16 - 17 Luglio.
Irlanda in musica è un evento che unisce storia, arte e cultura: Bobbio riconosce nell’Irlanda la sua stessa tradizione artistica e culturale, che vive nel borgo della Valtrebbia attraverso le testimonianze di San Colombano, monaco irlandese cui è dedicato l'omonimo monastero, che conserva nella propria cripta il sarcofago del Santo.
La stessa musica irlandese, come quella folk dell’Appennino emiliano, è fatta di suoni dell’anima: il ritmo collettivo delle ballate disegna passi di danza e trasmette sensazioni che appartengono al nostro immaginario collettivo.

Oltre a prevedere un ricco menù artistico, Irlanda in Musica sarà una grande festa, in cui la musica si accompagnerà a prelibatezze culinarie. Presso gli stand gastronomici sarà possibile gustare piatti tipici della tradizione irlandese (stufato di Angus alla Guinness, costine e salamelle aromatizzate alla birra...) accompagnati da fiumi di ottima Guinness. Gli stand apriranno alle ore 19:30.

Questo è uno scorcio della bellissima piazza antistante la Basilica di San Colombano, quale migliore quinta per un concerto?
Si parte stasera, venerdì 9 Luglio 2010 con il gaitero più famoso al mondo, il musicista asturiano Hevia
Domani, sabato 10 Luglio 2010 sarà la volta del quartetto dublinese degli Electric Ceili
Il secondo week end di Irlanda in Musica si aprirà con lo spettacolo dei gallesi Calan
E si chiuderà con un grandissimo show, quello degli Altan, che per celebrare il loro venticinquesimo anno di carriera, si esibiranno accompagnati dai 18 elementi dell'Orchestra Sinfonica Accademia della Musica, diretti dal Maestro Maurizio Fipponi.
E per non farci mancare nulla, in concomitanza con il festival, si terrà anche la mostra:

NODI, SPIRALI E INTRECCI D'ORO
interpretazioni di gioielli celtici

La mostra ruota intorno ai motivi decorativi più caratteristici dell’arte celtica – nodi, spirali e intrecci – e vede protagonisti una serie di gioielli realizzati dall’orafa Nadina Raiola, dal maestro cesellatore Gianni Bergonzoni e dalle cesellatrici Nilde Cassinelli e Barbara Graviani.
L’esposizione intende portare nuova linfa all’antichissima arte dello sbalzo e cesello su lastra di metallo, rivitalizzando un’antica tecnica artistica, oggi trascurata, ma che affonda le sue radici nella storia. Non a caso lo sbalzo e il cesello furono utilizzati non solo dai celti ma anche da più antiche civiltà, che avevano riconosciuto in queste tecniche grandi potenzialità sia per rendere temi figurativi sia per disegni astratti e geometrici.
La mostra prevederà anche uno spazio adibito all’esposizione di note storiche e parallelamente verranno effettuati dei laboratori didattici con esempi di lavorazioni in loco, durante i quali i visitatori potranno osservare ed apprendere le antiche tecniche esecutive dello sbalzo e del cesello.

1 commento:

Marzia ha detto...

Wow, dev'essere una manifestazione stra-interessante! Peccato che io sia lontana.
Grazie comunque per avermi fatto conoscere questo evento... quei gruppi musicali mi incuriosiscono molto e andrò sicuramente ad ascoltare qualcosina.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...