mercoledì 29 luglio 2009

Sempre e per sempre RAME

"Papà, quando vai in ferramenta mi prendi un rotolino di filo di rame?" "Mh, intanto guarda se ti può servire quello che c'è in garage."

Cheche? Rame in garage? Rame in garage!

Sìsì, un rotolone, anzi, un nido direi. Un nido di fili di rame sottili, forse 0.40 decisamente ingarbugliati. Ma decisamente di rame!

Ora, io non so se il mio babbo la notte vada a rubare rame dai cantieri, o se sia immanicato con qualche elettricista (propendo per questa ipotesi), fatto sta che quando ti ritrovi tra le mani quasi un kg di rame, ti iniziano a prendere forma nella testa mille ideuzze... e quindi ti armi di santissima pazienza e dopo un intero pomeriggio riesci a tirarci fuori due bobine, più o meno decenti

e con ancora più pazienza, e le mani ormai a pezzi, tiri fuori dalle bobinone il filo, sottile spiegazzato ma bellissimo, che t'è partita la fregola di tuffarlo nel puzzolentissimo surrogato di fegato di zolfo...

Il resto alla prossima puntata. Ma che dico?! Alle prossime puntate!

7 commenti:

Sara Pacciarella ha detto...

Che piatto succulento! Sono curiosissima di vedere quel che tirerai fuori da queste splendide bobinette!
Mua!
Sara.

Helena ha detto...

..certe volte si cercano cose che invece appaiono magicamente a casa nostra!!..certo che adesso che mi ci fai pensare posso frugare nel garage di mio nonno..se ho il coraggio..intanto aspetto di vedere come diventerà questo rame!

amrita ha detto...

toh,un'altra che ama sporcarsi le maniii!!!!!verrò a vedere che ci hai fatto con sto rame.io già vedo sculture ... cavalli,alberi...mmmmmm....peccato aver dormito qualche lezione di plastica.potevo sfruttare meglio il sapere del mio professore,grande artista,con le mani dorate.o ramate se ti garba di più!:O)

Val_ ha detto...

Buongiorno ragazze!

Sara,
sì hai ragione, un bel piattone di rame, che guardo e riguardo, quanto mi piace!

Helena,
vai, butta sotto sopra il garage del nonno, vedrai quante sorprese! I nonni poi, che per antonomasia sono in pensione, sono ancora più craftosi dei papà, che ancora lavorano, quindi sai che pacchia!

Amrita,
ciao e benvenuta. Cavalli e alberi non sono tanto nelle mie corde, e anche quando, dubito che riuscirei a realizzarne. Pensavo a qualcosa di più semplice, veramente... eheheeh
In quanto a sporcarsi le mani, oh yes!
Ora vengo a farmi un giro "da te".

Buona giornata!
:)
Valeria

The Indie Handmade Show ha detto...

Anch'io sono curiosaaa! Non farci aspettare troppo!
A me è successa la stessa cosa con lo spago grosso.. Ho chiesto a mio padre di procurarmene un pò e me ne ha data una bella matassona nuova che mi ha mandato in fibrillaizone.. E ora ogni sera esco con una collana nuova a base di spago: arrotolato, annodato, con carta, con vetro, con legno..
Aaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhh

Val_ ha detto...

Allora non sono l'unica col babbo multifunzioni!
Domani mattina posto la prima cosa che ho fatto con questo filo.
:)

amrita ha detto...

nono,nemmeno io sarei in grado,ma il mio prof delle superiori sì.lo insegnava anche,ma erano lavori che richiedevano mesi di duro lavoro.io non sono paziente.
beate voi col papà polifunzionale.il mio ha solo 2 tasti:russo fastidioso dal divano-odioso blablablabla dalla cucina.ò__ò me tapina!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...